martedì 14 agosto 2018

Quell’ultimo guizzo di fumo

Ventimiglia, chiesa di Sant'Agostino
Sabato 18 agosto 2018, alle ore 18:00, presso la Civica Biblioteca Aprosiana (Chiostro di Sant’Agostino, piazza M. Bassi 1, Ventimiglia), sarà presentato il libro di Elio Maccario Quell’ultimo guizzo di fumo. Dissolvenze incrociate ...
La Cittadinanza è cordialmente invitata.

giovedì 2 agosto 2018

Frontiera e transito

Venerdì 3 agosto, ore 21
presso il centro polivalente “Le rose”
San Biagio della Cima (IM)

Incontro di presentazione del saggio storico di Marco Cassioli, Frontiera e transito. La Val Nervia tra Liguria e Provenza (secoli XII-XVII), prefazione di Jean-Paul Boyer, edito a Bologna dalla casa editrice Marietti. L’incontro si colloca nell’ambito della manifestazione “Itinerari di letteratura”, organizzata dall’associazione “Amici di Francesco Biamonti” con la collaborazione del comune di San Biagio della Cima e del comune di Dolceacqua. A presentare il libro sarà Beatrice Palmero, ricercatore associato presso LADISALP (Università della Svizzera italiana) e docente di storia e filosofia presso il liceo Cassini di Sanremo.


Frutto di una lunga indagine in archivi e biblioteche dei tre Paesi che si dividono oggi le Alpi Marittime (Francia, Italia, Principato di Monaco), il volume si propone di definire la complessa e multiforme natura della frontiera ligure-provenzale in Val Nervia e di verificare il suo impatto sulle società locali.
L’arco cronologico della ricerca si estende dalla prima metà del XII secolo, quando il comitato di Ventimiglia entrò nell’orbita genovese, alla fine del XVII, quando, in seguito alle vittoriose guerre contro i Savoia, Genova riaffermò e consolidò il proprio dominio sulla Riviera di Ponente. Al tema del confine si intreccia quello del passaggio di vie di transito fra la costa ligure e il Piemonte meridionale.
“Frontiera” e “transito” si rivelano così due chiavi essenziali per comprendere l’identità di un’area alpina oggi a ridosso del confine franco-italiano.

Marco Cassioli (Asti, 1973) è ricercatore associato al Laboratorio Telemme dell’Università di Aix-Marseille, dove ha svolto il dottorato in Storia, in cotutela con l’Università di Torino. Le sue ricerche vertono sugli spazi di confine nell’Europa medievale e moderna, con particolare riferimento alle Alpi Marittime e alla regione carpatico-danubiana.
Nel 2014-2015 ha svolto il post-dottorato presso il New Europe College – Institute for Advanced Study – a Bucarest. Nel 2017 ha ricevuto il Premio Speciale degli Archivi Nazionali della Romania, VII edizione (2016), categoria Ricercatori.

venerdì 20 luglio 2018

Conosciamo la nostra storia

Sabato 28 Luglio 2018 ore 21


Via Circonvallazione 58, Bordighera Alta
Terrazza della casa di Riposo San Giuseppe

La Cumpagnia d’a Pàrmura
con la collaborazione di Fondazione San Giuseppe onlus

organizza una conferenza del
Prof. Alessandro Carassale (Università di Genova)

Sul tema
Olio, Agrumi e Palme. Notizie inedite sulla vita economica nella Bordighera del ‘700


In caso di maltempo,la conferenza si terrà nel salone polivalente della Struttura

domenica 11 marzo 2018

Filippo Maccario, sogni e dolci emozioni in pasticceria

Continuiamo con un video pubblicato sulla piattaforma Vimeo da Riviera Time con un'intervista a Filippo Maccario titolare della famosa pasticceria di Soldano




Per vedere il video cliccare sul link qui sotto.
Filippo Maccario, sogni e dolci emozioni in pasticceria.

lunedì 1 gennaio 2018

1988 - A Soldano va in scena la Festa del Rossese

Comiciamo il 2018 con un ricordo di trent'anni fa, un vecchio e raro video della Festa del Rossese di Soldano pubblicato sulla piattaforma Vimeo da Riviera Time



Per vedere il video cliccare sul link qui sotto.
1988 - A Soldano va in scena la Festa del Rossese.

BUON 2018

lunedì 1 maggio 2017

Olivo e olio in Liguria

Convegno Internazionale di Studi 

Olivo e olio in Liguria e nella regione mediterranea dal medioevo ai nostri giorni

Sanremo-Taggia, 25-27 maggio 2017



Programma del Convegno Internazionale di Studi Olivo e olio in Liguria e nella regione mediterranea dal medioevo ai nostri giorni che si terrà a Sanremo e Taggia (IM) dal 25 al 27 maggio prossimi. Si trattà di un grande evento (nato da una collaborazione tra Università di Torino, Genova e Sassari con i comuni di Sanremo e Taggia), con una quarantina di relatori (storici, geografi, economisti, medici ecc.) provenienti da nazioni diverse.

Sanremo, Villa Ormond, 25 maggio


 Ore 14,45
Saluti delle autorità

 ore 15
Discorso di apertura

Franco Cardini (Istituto di Scienze umane e sociali della Scuola Normale Superiore, Pisa - Ecole des hautes études en Sciences Sociales, Paris)

ore 15,30
Olivicoltura e produzione olearia: dinamiche regionali

Modera: Gabriella Piccinni (Università di Siena)

Alfio Cortonesi (Università della Tuscia)
L’olivo nell’Italia tardomedievale. Coltivazioni, tecniche, paesaggi

 Alessandro Carassale (Centro Studi per la storia dell'alimentazione e della cultura materiale - CeSA)
 Olivo e olio nel medioevo ligure

Marco Cassioli (UMR Telemme, Aix-Marseille Université)
Un’impresa signorile: i Doria di Dolceacqua e la produzione dell’olio di oliva nella Val Nervia tardomedievale (secoli XIII-XVI)

Giovanna Bianchi (Università di Siena)
 Gaetano di Pasquale, Mauro Buonincontri (Università di Napoli Federico II)
L’olivo nel Medioevo della Maremma Toscana: il dato archeobotanico nel contesto archeologico

 Modera: Paolo Calcagno (Università di Genova)

Aleksander Panjek (Univerza na Primorskem - Università del Litorale - Capodistria, Slovenia)
Olio d’oliva del Carso. Tecnica e consuetudine nelle comunità slovene della costa adriatica nel primo Seicento

Francesco Aimerito (Università del Piemonte orientale)
“L’olio d’oliva nei bandi politici e campestri degli Stati sabaudi in età moderna e contemporanea”

Denis Jouffroy (MCF ESPE di Corsica, UMR CNRS 6240 LISA, Università di Corsica)
L’olivicoltura corsa alla fine dei Tempi moderni: l’opera di una politica di pacificazione dell’autorità pubblica genovese in Corsica?

Giuseppe Rocca (Università di Genova)
I paesaggi dell’olivo e l’attività olearia nel Mediterraneo: un’analisi diacronica

Luciano Maffi (Università Cattolica del Sacro Cuore - Milano)
“Le condizioni di clima e di terreno sono tra le più favorevoli alla buona qualità dell’olio”. L’olivicoltura gardesana nei secoli XIX-XX
 
Taggia, Convento di San Domenico, 26 maggio


ore 9,00
Commercio, distribuzione e consumi dell’olio d’oliva tra Italia ed Europa

 Modera: Ivana Ait (Università di Roma La Sapienza)

Enrico Basso (Università di Torino)
 Olio sul mare. Il commercio di olio nel basso medioevo

Angela Orlandi (Università di Firenze)
L’olio nelle carte mercantili toscane (secoli XIV-XV)

Daniele Lombardi (Università di Siena)
 Importazioni e commercio di olio nella Roma tardomedievale

Antoni Riera Melis (Universidad de Barcelona)
 Produzione, commercio e consumo di olio nella Corona di Aragona

Flocel Sabaté (Universitat de Lleida)
 Olio e mercati nella Catalogna del Trecento

Modera: Luca Lo Basso (Università di Genova)

Paolo Calcagno (Università di Genova)
I Provvisori dell’olio della Repubblica di Genova (secoli XVI-XVIII)

Giacomo Nervi (Società Savonese di Storia Patria)
La certosa di San Pietro in Varatella: pratiche locali della produzione e della distribuzione dell’olio di oliva tra XVI e XVIII secolo

Aldo Montaudo (Università di Salerno)
L’olio nell’economia del Mezzogiorno in età moderna

Manuel Vaquero Piñeiro (Università di Perugia)
L’olio italiano alla fine del XIX secolo: produzione e commercio

Paolo Veziano (Storico)
Frodi olearie sulla piazza di Imperia (1925-1930)

ore 15,00
Rappresentazioni e significati simbolici

Modera: Maria Serena Mazzi (Università di Ferrara)

Allen J. Grieco (Villa I Tatti-The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies)
 L’olio e l’olivo: dalle pratiche agronomiche alla dietetica nelle fonti italiane tra medioevo e prima età moderna

Marina Montesano (Università di Messina)
La sacralità dell’olio

Gabriele Archetti (Università Cattolica del Sacro Cuore-Milano)
L’olio sulla barba di Aronne. Suggestioni dal mondo monastico

Francesca Stroppa (Università Cattolica del Sacro Cuore-Milano)
Usi, simboli e rappresentazioni dell’olio e dell'ulivo nelle fonti artistiche medievali

Fulvio Cervini (Università di Firenze)
Ulivi come cattedrali. Le radici di un paragone e l'avvio della tutela del paesaggio

ore 17,00
Visita al frantoio dell’Azienda Olio Roi di Badalucco e assaggio di varie tipologie di olio cru della Valle Argentina

Taggia, Convento di San Domenico, 27 maggio


ore 9,00
Dal passato al presente

 Modera: Giovanni Panjek (Università di Trieste)

Alberto Capatti (Storico della cucina)
 Olio e burro in conflitto dal 1915 a oggi

 Alessandro Giacobbe (Istituto Internazionale di Studi Liguri)
Olivicoltura ed ancestrali pratiche colturali sostenibili. Viaggio e viaggi dentro una storia mediterranea

Gerardo Brancucci (Università di Genova)
Geodiversità dei suoli: uno strumento di valorizzazione del prodotto ligure di qualità

Claudio Littardi (Comune di Sanremo)
Identificazione delle cultivar liguri

Vincenzo Cilona (Agronomo) - Consuelo Garzo (Imprenditrice agricola)
Aspetti caratterizzanti l'olivicoltura e l’elaiotecnica calabrese

Paola de Salvo (Università di Perugia)
Il turismo dell'olio nella relazione tra cibo e territorio

Franco A. Fava (Università di Torino)
Globale e locale: il dilemma delle eccellenze alimentari italiane. L'olio di oliva e il glocal del made in Italy

ore 11,30
Tavola rotonda - La filiera olivicola: scenari e prospettive

Coordina: Andrea Moggio (Direttore del giornale “La Riviera”)

Riccardo Garosci (Presidente Comitato Tecnico Scientifico “Cibo e Scuola” del MIUR Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca)
Stefano Mai (Assessore all’Agricoltura della Regione Liguria)
Barbara Biale (Assessore alle Attività produttive del Comune di Sanremo)
Enrico Lupi (Presidente nazionale associazione “Città dell’olio”)
Giancarlo Montaldo (Direttore e giornalista di “Barolo & Co”)
Luciano Beranger (Presidente associazione “L’oro di Taggia”)
Franco Boeri (Produttore di Badalucco)
Stefano Beschi (Dietista)


Comitato scientifico
Francesco Aimerito (Università del Piemonte Orientale) - Enrico Basso (Università di Torino) - Luciano Berenger (Presidente associazione “L’oro di Taggia”) - Alberto Capatti (Storico della cucina) - Alessandro Carassale (Centro Studi per la storia dell’alimentazione e della cultura materiale - CeSA) - Allen J. Grieco (Villa I Tatti - The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies) - Claudio Littardi (Comune di Sanremo) - Maria Serena Mazzi (Università di Ferrara) - Irma Naso (Università di Torino) - Angela Orlandi (Università di Firenze) - Giovanni Panjek (Università di Trieste) - Gabriella Piccinni (Università di Siena) - Antoni Riera Melis (Universidad de Barcelona) - Pinuccia F. Simbula (Università di Sassari)

Segreteria organizzativa
Claudio Littardi - claudiolittardi@gmail.com - Tel. 335 5808477
Gli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado che, previo accordo con la Segreteria organizzativa, seguiranno i lavori del Convegno, potranno ottenere un attestato di partecipazione

martedì 14 marzo 2017

La Magnifica Invenzione

BORDIGHERA, MUSEO CLARENCE BICKNELL
 
SABATO 18 MARZO 2017, ore 17

PRESENTAZIONE DEL VOLUME 
“LA MAGNIFICA INVENZIONE. I PIONIERI DELLA FOTOGRAFIA IN VAL NERVIA 1865-1925”



Sabato 18 marzo, alle ore 17.00, nel salone del Museo Clarence Bicknell di Bordighera, verrà presentato il volume, edito dall’Istituto Internazionale di Studi Liguri, “La Magnifica Invenzione. I pionieri della fotografia in Val Nervia 1865-1925”, a cura di Marco Cassini e Giorgio Caudano.
Il libro è un vero e proprio “romanzo di immagini”, con protagonisti i paesi della Val Nervia: Camporosso, Dolceacqua, Rocchetta Nervina, Isolabona, Apricale, Pigna, Castel Vittorio, Buggio, Perinaldo e Baiardo, raccontati da grandi fotografi (Noack, Giletta, Brogi, Dourandelle, Benigni, Ballance ed altri) nell’arco temporale che va dagli anni immediatamente successivi l’invenzione della fotografia al primo dopoguerra.
La pubblicazione è stata sostenuta dal Comune di Apricale e dagli Agriturismi “Munta e Cara Albergo Diffuso” di Apricale e “Ca’ de Na Agriturismo” di Buggio-Pigna, ai quali vanno i ringraziamenti speciali dei curatori e dell’editore.
Durante la presentazione, a cui parteciperanno gli Autori introdotti da Daniela Gandolfi, sarà possibile acquistare il volume al prezzo scontato di € 16.00, anziché € 20,00.